9.3.06

Ha ragione Milly?


Chef in tv, quasi un'ossessione. Libri di ricette, idem. Non so com'è, ma quasi tutte le volte che ho seguito alla lettera dosi e istruzioni della ricetta di un libro o peggio ancora di una rivista, senza metterci niente di testa mia, la riuscita è stata pessima. Sarà un caso? Troppa approssimazione? O c'è premeditazione? Boh! E poi, ha ragione Milly quando scrive che cucinare è anche scambiarsele le ricette, tra amici. Recuperare quelle della nonna, farsi raccontare quelle della mamma, della zia, delle sorelle...

1 commento:

muccapazza28 ha detto...

In realtà tutto dipende dalla serietà della casa editrice che pubblica le ricette. Bisogna vedere se prima di redigere la ricetta di turno qualcuno della redazione si è preso anche la briga di testarle nella stessa maniera in cui gli vengono fornite.
Gli chef raramente conosco a memoria le dosi delle ricette in maniera precisa e inequivocabile perchè dopo un pò si impara ad andare ad occhio....
Certo che se una casa editrice non testa le ricette mi chiedo se chi le ridege sappia almeno cucinare....anche questo potrebbe spiegare l'insucceso di una ricetta seguita passo passo su di un libro.

A presto,
Mucca